I tursitani hanno fatto la scelta giusta?

listeDopo una lunga e difficile campagna elettorale, siamo finalmente giunti al verdetto finale: Salvatore Cosma, neosindaco di Tursi, con la lista Per Tursi in prima persona. A lui vanno i miei più sinceri complimenti per il brillante risultato conseguito e i miei migliori auguri per i prossimi anni di attività amministrativa. I complimenti vanno anche agli altri candidati, Salvatore Caputo e Leandro Verde, per aver dimostrato sostanza, anche se Cosma ha distaccato tutti di misura, senza appello.

Ufficio comunale al servizio degli agricoltori

olivo tursiLa competenza nella materia agricola spetta alla Regione Basilicata e all’Unione Europea. I Comuni non hanno rilevanti poteri per influire sul settore. Ciò non toglie che il Comune di Tursi possa attivarsi per stimolare e facilitare l’attività degli agricoltori nell’interfacciarsi con il mercato e con le istituzioni regionali ed europee. Infatti, a causa della poca tutela sindacale di cui gli agricoltori beneficiano e della scarsa consulenza professionale dei CAF di zona, gli agricoltori perdono numerose opportunità di sviluppo, che invece verranno sfruttate da altri territori. Il mancato investimento non ricade solo sui singoli agricoltori ma danneggia l’intero territorio tursitano, dato che si perdono opportunità imprenditoriali, investimenti e posti di lavoro.

Investimenti nella viabilità rurale

cunetta pinetaNonostante i cospicui ed emergenziali investimenti realizzati dalle passate amministrazioni comunali, utilizzando principalmente fondi europei del PSR (Piano di Sviluppo Rurale), la viabilità rurale tursitana è ancora in rilevante deficit. Non basta asfaltare un tratto di strada una volta ogni 20 anni. Così come non basta pulire saltuariamente una cunetta. Questi non sono interventi sistematici e definitivi per il miglioramento della viabilità rurale. L’obiettivo degli investimenti non deve essere esclusivamente quello di consumare i fondi a disposizione o alimentare clientele con imprese edili di fiducia. Il vero scopo di tali investimenti dovrebbe essere quello di consentire la migliore fruibilità possibile delle aziende agli operatori agricoli.

La lista di MuoviAmo Tursi

Logo MuoviAmo TursiDopo un lungo periodo di impegno, MuoviAmo Tursi è riuscita a presentare la propria lista alle elezioni comunali che si terranno il 31 maggio a Tursi. I candidati consiglieri hanno scelto il proprio candidato sindaco, nella figura di Antonio Di Matteo. La lista rappresenta il più coeso e compatto gruppo politico cittadino, tenuto insieme dall’ideale di migliorare la vivibilità della nostra Città con un’attività amministrativa trasparente, decisa e concreta.

A chi obietta la mancanza di 3 candidati ulteriori nella lista, noi rispondiamo che la lista c’è, è stata presentata e concorrerà. Preparare una lista senza fare promesse o ricatti, ma sulla base di un ideale, è difficile. E lo è ancora di più quando ci sono gruppi politici nel panorama comunale che mancano dei più basilari valori in cui noi crediamo: serietà, correttezza, onorabilità, rispetto, dignità.

Politiche per la vivibilità delle campagne

capannone agricoloGli agricoltori sono coloro che coltivano il territorio e lo preservano dai danni del dissesto idrogeologico, oltre ad essere coloro che portano avanti il settore economico più importante di Tursi. Ma la vita degli operatori agricoli non può continuare ad essere grama come quella di una volta. Anche gli agricoltori che risiedono nelle proprie aziende, fuori dal centro abitato, hanno il diritto di vedersi riconosciuti i servizi minimi. Lo stesso ragionamento vale per tutti quegli imprenditori che utilizzano l’acqua potabile o altri servizi pubblici, ma hanno la propria attività economica fuori dal centro abitato. Qualcosa nel passato è stato fatto, ma senza organicità e visione di lungo periodo.